domenica 29 dicembre 2019

RIUNIONE SUL CLIMA A MADRID. F. BERTOLINI, Il fallimento di Madrid e la nuova speranza, ARPAE EMILIA ROMAGNA, 16 dicembre 2019

Alla conclusione della Cop25 di Madrid sul clima, pubblichiamo in anteprima l´editoriale di Ecoscienza 6/2019, a firma di Francesco Bertolini, Sda Bocconi, che era presente a Madrid nei giorni della conferenza. 

RIUNIONE SUL CLIMA A MADRID. L. FRAIOLI, Madrid, Cop25: le consultazioni continuano. Ma si va verso il fallimento totale, REPUBBLICA.IT, 14 dicembre 2019

MADRID -  Si tratta a oltranza anche se sono sempre meno le speranze che la Cop25 di Madrid segni il punto di svolta sperato nella lotta alla emergenza climatica. Non sono bastate le due settimane regolamentari e neppure le 24 ore di tempi supplementari perché si traducessero in azioni concrete delle nazioni le raccomandazioni degli scienziati.

mercoledì 16 ottobre 2019

INQUINAMENTO IN EUROPA. REDAZIONE, Smog: Italia prima in Ue per morti da biossido azoto, CORRIERE.IT, 16 ottobre 2019

Primo paese dell’Ue per morti premature da biossido di azoto (NO2) e nel gruppo di quelli che sforano sistematicamente i limiti di legge per i principali inquinanti atmosferici. È l’Italia vista dalle centraline antismog, i cui dati sono stati raccolti e analizzati dall’Agenzia europea per l’ambiente (Aea) nel rapporto annuale sulla qualità dell’aria. Secondo l’analisi dei rilevamenti 2016, la Penisola ha il valore più alto dell’Ue di decessi prematuri per biossido di azoto (NO2, 14.600), ozono (O3, 3000) e il secondo per il particolato fine PM2,5 (58.600), dove il primo è la Germania con 59.600 morti. Complessivamente nell’Ue a 28 lo smog è responsabile di 372mila decessi prematuri, in calo dai 391mila del 2015.

AMAZZONIA IN FIAMME. C. NARDINOCCHI, L'altra Amazzonia, REPUBBLICA.IT, ottobre 2019

http://lab.gedidigital.it/repubblica/2019/esteri/altra-amazzonia/?ref=RHPPLF-BS-I238671383-C8-P10-S1.8-T1

sabato 5 ottobre 2019

CLIMA DONNE E POTERI. P. NALLU, Dai potere ad una donna e rafforzi l’ecosistema, LA STAMPA, 5 ottobre 2019

Nelle ore del tardo pomeriggio, la luce accecante del giorno ha già lasciato il posto ai raggi morbidi e orizzontali che attraversano la valle di Beqaa in Libano. La luce gioca con i bambini, disegnando lunghe silhouette delle loro forme, mentre si rincorrono a vicenda. Quando la temperatura è fredda, gli anziani della comunità scendono nella parte bassa del rifugio rivolto verso moschea.